Conferenza allo IAT di Taranto, giov 29 maggio 2014. Comunicato stampa. Greenroad.it, sono in arrivo le grandi firme del turismo.
Nasce il portale lacittadelleceramiche.it. Anche il National Geographic racconterà il territorio del GAL Colline Joniche.

C’è un’altra Italia, quella del turismo verde e che guarda alla Puglia come nuova destinazione da scoprire. Proprio la zona di Taranto, patria degli itinerari emozionali del portale www.greenroad.it che ora coinvolgono anche Basilicata e Calabria, cerca di trasmettere un chiaro messaggio: il problema ambientale c’è ma è limitato e sotto controllo. Si volta pagina, quindi, e i risultati cominciano ad arrivare con pagine di quotidiani nazionali che ne parlano, come La Nazione e il Resto del Carlino, Il Giorno, Tg.com e molte altre testate importanti. La strategia di marketing territoriale, nonché i percorsi di interesse, sono stati illustrati nel corso di questa conferenza stampa con la partecipazione di:
Rocky Malatesta, direttore GAL Colline Joniche
Maria Pia Ettorre, assessore alla Cultura del Comune di Grottaglie
Angelo Palmisano, assessore al Marketing Territoriale del Comune di Ceglie Messapica
Antonio La Grotta, presidente del Consorzio Ceramisti
Andrea Cometa, ideatore del portale www.lacittadelleceramiche.it
In questo contesto di valore, infatti, si inserisce il ruolo potenzialmente strategico di Grottaglie e del Quartiere delle Ceramiche che, anche attraverso il nuovo portale, nonché con la nascita avvenuta pochi mesi fa del Consorzio Ceramisti, diventerà sempre più fruibile per i turisti.

L’azione del GAL Colline Joniche è di stimolo alla crescita del territorio e include azioni di valorizzazione delle potenzialità turistiche, ad iniziare proprio dalla capitale delle ceramiche: Grottaglie. Nell’ambito di tali attività, l’esperto in informatica Andrea Cometa ha illustrato il progetto del circuito legato al portale, dall’idea alla sua realizzazione, sottolineando gli importanti obiettivi volti allo sviluppo economico-culturale e che si possono raggiungere coinvolgendo ceramisti, strutture ricettive, ristoratori e associazioni presenti sul territorio.